giovedì 22 novembre 2018

#album
ICONA di BABY K
(e dizionario per matusa)


non sei troppo vecchio
per ascoltare Baby K?

Questa è stata la frecciata scoccata da mia sorella, 13 anni più giovane di me, quando ha sentito uscire dal mio telefono le note di Icona, il nuovo album di Baby K.
Ad essere onesto, io per primo credevo di essere completamente fuori target per potermi addentrare nei "Yo, Baby K" della queen delle hit estive. Poi, davanti a quella cover così pop e colorata, la curiosità ha avuto la meglio. Tra l'altro Icona è una parola che mi piace una cifra. "Una cifra" fa ancora giovane o è già fuorimoda da matusa?


Ora che ci penso, avrei potuto chiamare il blog, icoNick. Cazzo, ma perché ho scelto sto dick di titolo old style La vita è una compilation?! Pazienza, ormai è fatta.

Mentre ascoltavo il terzo album di Claudia Judith Nahum, questo il vero nome di Baby K, sono andato a sbirciare la sua età e ho scoperto che la un tempo mora adesso bionda cantante dell'insuperabile Roma-Bangkok ha 35 anni!
Ma che davero?! Non me lo aspettavo, la credevo più giovane. Invece siamo della stessa generation. O meglio, apparteniamo a quella fetta di generation che cerca di apparire younger a dispetto dell'età anagrafica. Baby K lo fa acchittandosi swag come Barbie Evidenziatore, visibile anche al buio in autostrada. Io ci provo ostinandomi a comprare t-shirt da teenager con le stampe pische printate sul davanti. L'ultima, una maglia fashion da tronista ("sembri Andrea Damante", sempre mia sorella), con su stampata a caratteri bianchi e cubitali una parola caduta ormai in disuso presso noi italiani armati di tastiera e disarmati di testa, ovvero:

REVOLUTION

E Baby K, cosa rappa di rivoluzionario sulla nostra generazione? Non molto. O meglio, a differenza di altre colleghe, va oltre il superato sole-cuore-amore, con testi più aggressivi, espliciti e vulva loca. Questo sì.
Per il resto, con il pretesto di cantare un affresco, anzi, un angolo di street art della generazione attuale munita di icone, Baby con la Kappa si parla abbastanza addosso. Ma tranqui, non è un problem, cara Baby, camomillati! Io ho aperto addirittura l'ennesimo blog per potermi parlare addosso, figurati se sto a criticarti! Siamo dalla stessa parte del wall e mi stai un botto simpa. Daje na pista senza problemi, perché a modo tuo sei una queen b operaia delle parole. Sai come giocarci e lo fai con ironia. E tutto questo ad uno come me non può che piacere, sestra. Gimme Five! (Si usa ancora?)

Icona è un tajo:
divertente, giocoso,
in ogni pezzo suona top,
con belle vibes.


L'album si apre quasi come fosse Havana di Camila Cabello, e lo fa con la title-track Icona, uno dei pezzi più riusciti. Nell'inciso cita Iggy, Amy, Whitney, Michael, Marilyn, Madonna e Billy Idol.

 Ho vissuto 9 vite, fatto 1000 danni, salutato i grandi,
invocato i santi, ho spaccato i palchi anche fino a tardi,
saziato la discografia, io Davide contro Golia,
dalla cameretta al camerino, da una sola fetta al bottino


Skippando i tormentoni radiospot Da Zero a Cento e il recente Come No (alla fine si rivelano i meno interessanti di Icona), si arriva a Certe Cose, il brano più sgravello dell'album. Certe Cose vede la partecipazione di J-AX, ha un ritmo che può dare dipendenza ("J-AX" e "dipendenza" così vicini non è una cosa voluta) e si candida come prossima hit di Baby K. L'inizio è una perla LOL:

Io ieri sera stavo fuori come Arisa,
stavo più storta della Torre di Pisa


Baby K è ganza, un cartone animato. Volendo azzardare una definizione out of head di quelle che piacciono a me, è per certi versi la edition rapper e contemporanea di Raffaella Carrà. Fa canzoni attizzanti che ti si infilano nelle orecchie ar fly, anche contro il tuo volere. Alcune fanno uso dello stesso giro melodico, ad esempio Vibe e il tormentone Voglio ballare con te sono quasi sovrapponibili, ma stica.
La musica di Baby K è schietta e contagiosa, il suo linguaggio è ovviamente gggiovane, contemporaneo, street, ricco di citazioni e giochi di parole.

 Porto a casa un altro platino,
lo chiamo Just Eat

Nelle sue songs Baby K rappa un po' di tutto. Cash, flash, paccate, sbocciate, rimorchiation, sex, love, fama e famo after, in discoteca bevo fino a diventare analfabeta. Manda a bufu i bomber convinti, prende il girl power e lo eleva all'ennesima potenza da vera femmina alfa.
  
Volevi una preda
Ma mi sento pantera
______

Non chiami mai ma scrivi solo se le ore son piccole,
con qualche scusa che mi farà ridere
pur di assaggiare il menù,
io sono il Piano A e non un Lato B

Tra provocazioni, monologhi sotto la doccia, balli e sballi, Baby K non dimentica di farsi anche più riflessiva e malinconica, come nel brano che chiude Icona, Sogni d'oro e di platino.

I miei sogni sono troppo grandi
per questa casa e tutti questi palchi,
e alla fine degli applausi c'è il silenzio 

Icona funziona e dimostra che oltre alle hit estive c'è un po' di più.

 {💿💿💿+/5}

A proposito di icone, giovani, matusa e sballi, oggi "Mi faccio i film", per citare un'ultima volta Baby K.
Sono infatti ospite di 2 Icone Blog: Marco Goi di Pensieri Cannibali e James Ford di WhiteRussian. Insieme commentiamo le uscite al cinema di questa settimana. Cioè, loro commentano mentre io divago senza vergogna.

Yo, iroNick!

4 commenti:

  1. A me lei piace, sapevo dei trascorsi esteri e della sua età -che è pure la mia-.
    Ma lei è giovane per sempre... Comunque ha un passato da dj, ora ha trovato la sua natura. Icona è bella, comunque il suo pop non è male perché appunto è ironico... anzi iconico, dai :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco pochissimo quello che ha fatto prima di Roma-Bangkok, lo stile che fa adesso piace anche a me. :)

      Elimina
  2. Non siamo noi troppo vecchi per ascoltare Baby K.
    Sono i giovani a essere troppo giovani per apprezzare in pieno la maturità del suo stile. :)
    Figurati che a me è piaciuta persino Da zero a cento, quindi questo album me lo sto sentendo con piacere. Come disco guilty pleasure è il top del momento.

    Bella lì per l'ospitata sul mitico Pensieri Cannibali. Un po' meno per quella su White Russian... XD

    Yo, Cannibal K!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per me neanche tanto guilty, mi vergogno pochissimo. ;)

      Elimina